عربي English עברית Deutsch Italiano 中文 Español Français Русский Indonesia Português Nederlands हिन्दी 日本の
conoscere Allah Il Potente l'Altissimo
  
  

   

 

Gli Atti di Sunnah [1]da Compiere Prima di Dormire

 

 1.Recitare la seguente supplica prima di andare a dormire: بِاسْمِكَ اللَّهُمَّ أَمُوتُ وَأَحْيَا

“O Allah nel Tuo nome vivo e muoio.”

(Narrato da Al-Bukhari No# 6312, 7394; Muslim No# 2711; Abu Dawud No# 5049; At-Tirmidhi No# 3417)


Translitterazione:

Bismika-l-laahumma amu-tu wa aḥyaa


2.Unire i palmi delle mani, e si recitino le seguenti sure del Corano, soffiando (o meglio sputando a secco cioè senza saliva) di tanto in tanto in esse: Sura  Al-Ikhas, Sura Al-Falaq e Sura An-Nas. (Narrato da Bukhari No# 5017; Abu Dawud No# 5056; At-Tirmidhi No# 3402)

Translitterazione:

Bismillaahir-Raḥmaanir-raḥim


(1) qul huwa-llaahu aḥad (2) allaahuṣ-ṣamad (3) lam yalid wa lam yulad (4) wa lam yakul-lahuۥ kufuwan aḥad


Bismillaahir-Raḥmaanir-Raḥim

(1) qul a‛udhu birabbil-falaq (2) min sharri maa khalaq (3) wa min sharri ghaasiqin idhaa waqab (4) wa min sharrin-naffaathaati fil-‛uqad (5) wa min sharri ḥaasidin idhaa ḥasad


Bismillaahir-Raḥmaanir-Raḥim


(1)qul a‛udh-u birabbin-naas (2) malikin-naas (3) ilaahin-naas (4) min sharril-waswaasil-khannaas (5) alladhi yuwaswisu fi ṣudurin-naas (5) minal-jinnati wan-naas


3.Abu Hureirah ha raccontato: “Il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah) mi diede il compito di raccogliere la Zakat di Ramadan (cioè Zakat al-Fitr). Qualcuno venne da me e iniziò a prendere del cibo con entrambe le mani. Lo presi e gli dissi che lo avrei portato dal Messaggero di Allah.” Dopo che Abu Hureira ebbe finito aggiunse: “Il ladro mi ha detto: “Quando stai per andare a dormire recita Ayat Al-Cursi fino alla fino del verso ed avrai protezione da Allah e nessun demone potrà avvicinarsi a te fino al mattino successivo.” Il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah) nell’udire questo ripose: “Egli (cioè il ladro) ti ha detto la verità anche se è un bugiardo spudorato, era Shaytan.” (Bukhari No# 2311, 3275, 5010; At-Tirmidhi No# 2880)


ٱللهُ لَآ إِلَـٰهَ إِلَّا هُوَ ٱلْحَيُّ ٱلْقَيُّومُ لَا تَأْخُذُهُ سِنَةٌ وَلَا نَوْمٌ لَّهُۥ مَا فِى ٱلسَّمَـٰوَٰتِ وَمَا فِى ٱلْأَرْضِ مَن ذَا ٱلَّذِى يَشْفَعُ عِنْدَهُۥۤ إِلَّا بِإِذْنِهِۦ يَعْلَمُ مَا بَيْنَ أَيْدِيهِمْ وَمَا خَلْفَهُمْ وَلَا يُحِيطُونَ بِشَيْءٍ مِّنْ عِلْمِهِۦۤ إِلَّا بِمَا شَآءَ وَسِعَ كُرْسِيُّهُ ٱلسَّمَـٰوَٰتِ وَٱلْأَرْضَ وَلَا يَئُودُهُۥ حِفْظُهُمَا وَهُوَ ٱلْعَلِيُّ ٱلْعَظِيمُ 

Translitterazione

Allaahu laa ilaaha illaa huwal-ḥayyul-qayyum, laa ta’khudhuhu sinatun wa laa nawm, lahu maa fis-samaawaٰti wa maa fil-arḍ, man dhal-ladhi yashfa‛u ‛indahu illaa bi’idhnih, ya‛lamu maa bayna aydihim wa maa khalfahum, wa laa yuḥiṭuna bishay’in min ‛ilmihi illaa bi maa shaa’

wasi‛a kursiyyuh-us-samaawaٰti wal-arḍ, wa laa ya’uduhu ḥifẓuhumaa wahuwal-‛aliyyul ‛aẓim


4.“Nel Tuo nome, o mio Signore distendo il mio corpo e nel Tuo nome mi alzo. O Allah se hai preso la mia anima, abbi misericordia di essa, e se me la rimandi proteggila, e custodiscila tra i Tuoi servi” (Narrato da Bukhari No# 6320, 7393; Muslim No# 64; Abu Dawud No# 5050; At-Tirmidhi No# 3401)


بِاسْمِكَ رَبِّي وَضَعْتُ جَنْبِي وَبِكَ أَرْفَعُهُ ، فَإِنْ أَمْسَكْتَ نَفْسِي فارْحَمْهَا ، وَإِنْ

أَرْسَلْتَهَا فَاحْفَظْهَا بِمَا تَحْفَظُ بِهِ عِبَادَكَ الصَّالِحِينَ

Translitterazione:

Bismika rabbi waḍa‛tu janbi wa bika arfa‛uhu, fa in amsakta nafsi farḥamhaa, wa in arsaltahaa faḥfaẓhaa bi maa taḥfaẓu bihi ‛ibaadakaṣ-ṣaaliḥin


5. “O Allah, Tu hai creato la mia anima e Tu puoi togliergli la vita. A Te appartiene la sua vita e la sua morte. Se vuoi tenere in vita la mia anima proteggila e se vuoi prenderne la vita, allora perdonala. Ti chiedo il benessere.” (Muslim No# 2712)

اللَّهُمَّ خَلَقْتَ نَفْسِي وَأَنْتَ تَوَفَّاهَا لَكَ مَمَاتُهَا وَمَحْيَاهَا ، إِنْ أَحْيَيْتَهَا فَاحْفَظْهَا ، وَإِنْ أَمَتَّهَا فَاغْفِرْ لَهَا ، اللَّهُمَّ إِنِّي أَسْأَلُكَ الْعَافِيَةَ

Translitterazione:

Allaahumma khalaqta nafsi wa anta tawaffaahaa, laka mamaatuhaa wa maḥyaahaa, in aḥyaytahaa faḥfaẓhaa, wa in amattahaa faghfir lahaa, allaahumma inni as’alukal-‛aafiyah


6. “O Allah, proteggimi dalla Tua punizione nel giorni in cui resuciterai i Tuoi servi.” Da ripetere 3 volte. Si dice quando si mette la mano destra sotto la guancia. (Abu Dawud No# 5045; At-Tirmidhi No# 3399)

اللَّهُمَّ قِنِي عَذَابَكَ يَوْمَ تَبْعَثُ عِبَادَكَ

Translitterazione:

Allaahumma qini ‛adhaabaka yawma tab‛athu ‛ibaadak


7. Dire: “Subhana allah”, Gloria ad allah, 33 volte; “Al hamdulillah”, Lode ad Allah, 33 volte; “Allahu Akhbar”, Iddio è Grande, 34 volte.  Narrato da Al-Bukhari e Muslim.

 

8. “Lode ad Allah che ci ha nutriti, ci ha dissetati, ci ha colmati, e offerto rifugio, quanti sono coloro che non hanno nessuno che li colmi e che gli offri rifugio?” (Narrato da Muslim)

 

9. “O Allah Tu che conosci l'invisible, Creatore dei cieli e della terra, Dio di tutte le cose e sovrano, testimonio che non c'è altro dio che Te, mi rifugio in Te dal male della mia anima e dal male di satana e dei suoi alleati, mi rifugio in Te dal compiere un peccato contro me stesso o contro un Musulmano.” (Riportato da Abu Dawud ed At-Thirmidhi)

 

10. “O Allah affido me stesso e il mio destino a Te, il mio viso è rivolto verso Te, come la mia schiena, a Te il desiderio e la paura. Non c’è rifugio se non nella Tua protezione. Credo nel Libro che hai rivelato e nel Tuo profeta che hai inviato.” (Narrato da Al-Bukhari e Muslim)

 

11. “O Signore dei sette cieli e Signore del trono sublime, nostro Signore e Signore di tutte le cose, Colui Che schiude il seme e il nucleo, che ha fatto scendere le Sacre Scritture, il Vangelo e il Furqan (il criterion), mi rifugio in Te da qualsiasi cosa. O Allah sei il Primo e non c’è niente che Ti precede; sei l’Ultimo poiché non c’è nessuno che Ti segue, e sei l’Altissimo in quanto non c’è nessuno al di sopra di Te, e Tu sei l'Invisibile e non c'è all'infuori di Te nessuno. O Allah paga il nostro debito, e allontana da noi la povertà.”  (Narrato da Muslim)

 

12. Leggere gli ultimi due versetti dalla sura “Al-Baqara” (Sura II, La Giovenca) partendo da: “Il Messaggero crede in quello che è stato fatto scendere su di lui” come citato dal seguente detto del Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) “Chi li legge in una notte, sono sufficienti.” (Narrato da Al-Bukhari e Muslim).  I Sapienti in Scienza Islamica hanno diversi punti di vista  a riguardo di tale hadith. Alcuni studiosi affermano che “sufficienti” significa che rappresentano una recitazione sufficiente per la preghiera notturna. Altri affermano che “sufficienti” significa che si venga protetti da qualsiasi cosa nociva o entrambe le ipotesi.  

ءَامَنَ ٱلرَّسُولُ بِمَآ أُنزِلَ إِلَيْهِ مِن رَّبِّهِۦ وَٱلْمُؤْمِنُونَ كُلٌّ ءَامَنَ بِٱللهِ وَمَلَـٰٓئِكَـتِهِۦ وَكُـتُبِهِۦ وَرُسُلِهِۦ لَا نُفَرِّقُ بَيْنَ أَحَدٍ مِّن رُّسُلِهِۦ وَقَالُوا۟ سَمِعْنَا وَأَطَعْنَا غُفْرَانَكَ رَبَّـنَا وَإِلَيْكَ ٱلْمَصِيرُ

لَا يُكَلِّفُ ٱللهُ نَفْسًا إِلَّا وُسْعَهَا لَهَا مَا كَسَبَتْ وَعَلَيْهَا مَا ٱكْـتَسَبَتْ رَبَّـنَا لَا تُؤَاخِذْنَآ إِن نَّسِينَآ أَوْ أَخْطَأْنَا رَبَّـنَا وَلَا تَحْمِلْ عَلَيْنَآ إِصْرًا كَمَا حَمَلْتَهُ عَلَى ٱلَّذِينَ مِن قَبْلِنَا رَبَّـنَا وَلَا تُحَمِّلْنَا مَا لَا طَاقَةَ لَنَا بِهِۦ وَٱعْفُ عَنَّا وَٱغْفِرْ لَنَا وَٱرْحَمْنَآ أَنْتَ مَوْلَـٰنَا فَٱنصُرْنَا عَلَى ٱلْقَوْمِ ٱلْكَـٰفِرِينَ

285. Il Messaggero crede in quello che è stato fatto scendere su di lui da parte del suo Signore, come del resto i credenti: tutti credono in Allah, nei Suoi Angeli, nei Suoi Libri e nei Suoi Messaggeri. “Non facciamo differenza alcuna tra i Suoi Messaggeri.” E dicono: “Abbiamo ascoltato e obbediamo. Perdono, Signore! È a Te, che tutto ritorna”.


286. Allah non impone a nessun'anima al di là delle sue capacità. Quello che ognuno avrà guadagnato sarà a suo favore e ciò che avrà demeritato sarà a suo danno. “Signore, non ci punire per le nostre dimenticanze e i nostri sbagli. Signore, non caricarci di un peso grave come quello che imponesti a coloro che furono prima di noi. Signore, non imporci ciò per cui non abbiamo la forza. Assolvici, perdonaci, abbi misericordia di noi. Tu sei il nostro patrono, dacci la vittoria sui miscredenti.”

Translitterazione:

Bismillaahir-Raḥmaanir-Raḥim

(285) Aamanar-rasoolu bimaa unzila ilayhi min rabbihi wal-mu’minun, kullun aamana billaahi wa malaaٓ’ikatihi wa kutubihi wa rusulih, laa nufarriqu bayna aḥadin min rusulih, wa qaalu sami‛naa wa aṭa‛naa ghufraanaka rabbanaa wa ilaykal-maṣir

(286) laa yukallif-ullaahu nafsan illaa wus‛ahaa, lahaa maa kasabat wa ‛alayhaa mak-tasabat, rabbanaa laa tu’aakhidhnaa in nasinaa aw akhṭa’naa rabbanaa wa laa taḥmil ‛alaynaa iṣran kamaa ḥamaltahu ‛alal-ladhina min qablinaa, rabbanaa wa laa tuḥammilnaa maa laa ṭaaqata lanaa bih, wa‛fu ‛annaa waghfir lanaa warḥamnaa, anta mawlaanaa fanṣurnaa ‛alal-qawmil-kaafirin

 

13. Andare a dormire in stato di purezza, cioè avendo eseguito l’abluzione.

 

14. Dormire sul lato destro stando all’hadith: “E giaci sulla parte destra.” (Narrato da Al-Bukhari e Muslim)

 

15. Posizionare la mano destra sotto la guancia destra, stando all’hadith: “Quando giaci, metti la mano sotto la guancia.” (Narrato da Abu-Dawud)

 

16. Battere leggermente con la mano il posto dove si andrà a dormire, stando all’hadith: “Se qualcuno di voi, va al letto, dovrebbe scuoterlo in quanto non si sa cosa vi si può trovare sopra.”  (Narrato da Al-Bukhari e Muslim)

 

17. Leggere la sura Al-Kafirun, che è una condanna al politeismo, “shirk”. Narrato da Abu Dawud, ed At-Thirmidhi, ed Ahmad, ed è stato affermato da Ibn Habban, ed Al Hakim, e l’ha approvato  Az-Zahabi, e l’ha classificato Al Hafidh, ed è stato affermato da Al Albani.

 

An-nawawi ha affermato: “Il fedele dovrebbe fare tutto quello che è stato detto, se non riesce, che faccia ciò che ricorda.”

 

Alcune persone dormono sia durante la notte che durante il giorno, quindi dovrebbero applicare questa Sunnah ben 2 volte in quanto gli ahadith a tale riguardo sono generali e non ristretti al sonno notturno soltanto.

 

I benefici di questi atti di Sunnah

 

Questi atti di Sunnah equivalgono a 100 azioni caritatevoli, se compiuti regolarmente secondo il hadith: “Ogni tasbiha (ricordo di Allah, glorificazione) equivale ad un'elemosina, ogni tabkira (dire: Allah è il Grande) equivale ad elemosina ed ogni esaltazione pure.” Narrato da Muslim. An-Nawawi ha detto: “Verrà ricompensato.”

 

1. 100 alberi saranno piantati nel Paradiso per il Musulmano che compie questo prima di dormire. Secondo il hadith narrato da Ibn Maja.

 

2. Si otterranno la tutela e protezione di Allah, l’allontanamento del diavolo per tutta la notte, e la protezione dai mali.

 

3. Il Musulmano conclude la sua giornata con il ricordo di Allah, obbedendoGli e riponendo la fiducia in Lui, cercando il Suo aiuto, celebrando la Sua Gloria, adorandoLo in quanto è l’Unico Dio.

 

 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------

 

[1] Sunnah: narrrazioni, tradizioni e detti del Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) estrapolate dalla sua vita.

 




                      Previous article                       Next article




Bookmark and Share


أضف تعليق

You need the following programs: الحجم : 2.26 ميجا الحجم : 19.8 ميجا