عربي English עברית Deutsch Italiano 中文 Español Français Русский Indonesia Português Nederlands हिन्दी 日本の
conoscere Allah Il Potente l'Altissimo
  
  

Under category Hadith _Nawawi
Auther Abu Zakaria An-Nawawi
Creation date 2008-02-07 14:03:56
Article translated to
العربية    English    Français    Deutsch    Español    Português    Nederlands   
Hits 23613
Send to a friend
العربية    English    Français    Deutsch    Español    Português    Nederlands   
Send to a friend Print Download article Word format Share Compaign Bookmark and Share

   

HADITH 29


 

Muaz ibn Giabal (che Allah si compiaccia di lui) ha riferito:

 

"Dissi: “O Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui), suggeriscimi un atto che mi porti in Paradiso e mi tenga lontano dall'Inferno.”


Egli disse: “Hai chiesto una cosa enorme, ma che è facile per colui al quale Allah l’Onnipotente la rende facile: adora Allah, senza associarGli nulla; esegui la preghiera, versa la Zakat; digiuna durante il mese di Ramadan e compi il pellegrinaggio alla Casa.” Poi aggiunse: “Eccoti indicate le porte del bene: il digiuno è protezione; la carità estingue il peccato come l'acqua spegne il fuoco e  la preghiera di un uomo nel cuore della notte.” Poi recitò: “Levano i fianchi dai loro giacigli per invocare il loro Signore in timore e speranza ed elargiscono di ciò che abbiamo loro fornito. Nessun'anima sa quale grande gioia sia riservata ad essi in premio di ciò che avranno fatto ( 1 ).” Poi disse: “Vuoi che ti parli dell'essenza della religione, del suo pilastro e del suo vertice?” Io risposi: “Si, o Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui).” Ed egli disse: “L'essenza della religione è la sottomissione, il suo pilastro è la preghiera e il suo vertice è il Gihad ( 2 ) .”

E aggiunse: “Vuoi che ti parli del requisito essenziale per tutto questo?” Io risposi: “Si, o Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui).” Allora egli si afferrò la lingua e disse: “Tienila a freno.” Io chiesi: “O Profeta di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui), saremo quindi rimproverati per ciò che noi diciamo?” Egli disse: “Che tua madre pianga, Muaz! Non sarà fatta precipitare la gente nel Fuoco a testa in giù (oppure a naso in giù) per il solo fatto di non aver tenuto a freno la propria lingua?"


 

1-Corano 32, versetti 16-17

2-Sforzi compiuti per la causa dell'Islam

 

Riferito da At-Tirmidhi


 

 




                      Previous article                       Next article




Bookmark and Share


أضف تعليق

You need the following programs: الحجم : 2.26 ميجا الحجم : 19.8 ميجا