عربي English עברית Deutsch Italiano 中文 Español Français Русский Indonesia Português Nederlands हिन्दी 日本の
conoscere Allah Il Potente l'Altissimo
  
  

   

 

Dalla Vita e dai Detti di Muhammed 

(la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui)'


 

1- In testimonianza dell’onestà di Muhammed

(la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui)

 

Abu Hureirah (che Allah sia soddisfatto di lui) riportò che il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: "Tre sono gli ipocriti: colui che mente parlando; colui che promette e non mantiene la parola data e colui che tradisce quando gli viene affidato qualcosa". Approvato da Al-Bukhari e Muslim.  

 

Abu Hureirah che Allah sia soddisfatto di lui riportò che il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: "Nel Giorno del Giudizio, i diritti verrano restituiti ai loro proprietari, sicchè alla pecora senza corno verrà restituito il proprio diritto dalla pecora cornuta". Narrato da Muslim.

 

‘Umar Ibnul Khattab (che Allah sia soddisfatto di lui) riportò: “Nel giorno del khaibar un gruppo dei compagni del Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) venne e disse: “Questi e quelli sono martiri.” Finché sono giunti da un uomo e hanno detto: “Costui è un martire.” Quindi, il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui)  ha detto: "No, in verità, l'ho visto nel fuoco per l'indumento o il mantello che aveva rubato dal bottino". Narrato da Muslim.

 

Abu Hureirah (che Allah sia soddisfatto di lui) riportò che il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: "Chi ci punta le armi contro, non è uno di noi, e anche chi imbroglia non è uno di noi". Narrato da Muslim.

 

E in un'altra narrazione di Abu Hureirah: “Il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) passò accanto ad un contenitore di cibo, vi inserì la mano, si sentì le dita bagnate, quindi chiese: "O proprietario del cibo, che cosa è questo?" L'uomo rispose: “O Messaggero di Allah, è a causa della pioggia”. Il Messaggero disse: "Perché non metti la parte rovinata sopra così che la gente lo sappia? Chiunque imbroglia, non è uno di noi".

 

2- In testimonianza della sincerità di Muhammed

(la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui)

 

Abdullah Ibn Amr Ibn Al-As (che Allah ne sia soddisfatto) riportò che il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: “Chiunque abbia le quattro caratteristiche seguenti, è un puro ipocrita e chiunque ne abbia anche una sola ha un’inclinazione all’ipocrisia finché non se ne allontana: quando gli viene affidato qualcosa, tradisce; quando parla, mente; quando stabilisce un accordo, risulta sleale; quando litiga, si comporta in modo imprudente”. Hadith approvato da Al-Bukhari e Muslim.

 

Abdullah Ibn Mas'ud (che Allah sia soddisfatto di lui) riportò che il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: "La veridicità porta alla rettitudine, la rettitudine porta al paradiso e un tal uomo continua a dire la verità, finché Allah lo “annota” come una persona veritiera. La menzogna conduce alla disonestà, la disonestà conduce all'inferno e l'uomo continua a raccontare bugie, finché Allah lo “annota” come un bugiardo". Hadith approvato da Al-Bukhari e Muslim.

Abu Sufyan Ibn Harb, che Allah sia soddisfatto di lui, ha segnalato nel suo lungo discorso della storia di Eraclio che Eraclio disse: “Che cosa vi ordina (riferendosi al Profeta, pace e benedizione su di lui)?” Abu Sufyan disse: “Egli ci ordina di adorare Allah, senza associargli alcunchè, e di rinunciare a tutto ciò che dissero i nostri antenati. Egli ci ordina di pregare, di dire la verità, di essere casti e di mantenere buone relazioni con i parenti”. Approvato da Al-Bukhari e Muslim.

 

3- Muhammed l’oratore

 

Abu Hureirah, che Allah sia soddisfatto di lui, riportò che il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: "Una buona parola è un’elemosina". Approvato da Al-Bukhari e Muslim.

Ibn ‘Umar, che Allah ne sia compiacuto, riportò che il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: "Se ci sono tre persone, non dovrebbe accadere che due parlino da sole, escludendo la terza". Approvato da Al-Bukhari e Muslim.

Questo hadith è stato narrato anche da Abu Dawud con l'aggiunta di Abu Saleh che disse di aver chiesto ad Ibn ‘Umar: “E se le persone fossero quattro?” Egli rispose: “Allora non è un problema”.

Malik riportò, nel libro di Al-mMowtt'a, che Abdullah Ibn Dinar disse: "Ibn ‘Umar e io eravamo a casa di Khaled Ibn Oqbah, che si trovava al mercato, quando sopraggiunse un uomo che voleva parlare con lui da solo e nessuno era con Ibn ‘Umar tranne me. Ibn ‘Umar, allora, chiamò un terzo uomo così eravamo in quattro e ci disse (alla nuova persona e a me) di camminare indietro, perché aveva sentito il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) dire che non dovrebbe succedere che due parlino da soli, escludendo la terza persona ".

Anas che Allah sia soddisfatto di lui riportò che quando il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) parlava, ripeteva la parola per tre volte in modo che venisse capita, e se egli incontrava alcune persone le salutava tre volte. Narrato da Al-Bukhari.

 

4- In testimonianza della tenerezza di Muhammed

(la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui)

 

Ibn Abbas, che Allah ne sia soddisfatto, riportò che il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse ad Asciaj Abdul-Qais: "Possiedi due caratteristiche che Allah ama: la tenerezza e la pazienza". Narrato da Muslim.

Anas che Allah sia soddisfatto di lui riportò: “Mentre camminavo con il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui), che era vestito con un indumento najrani (di najran), un beduino si avvicinò a lui tirandolo fortemente per il collo. Vidi che l’indumento aveva lasciato un segno sulla spalla del Profeta a causa della forza con cui era stato tirato. Allora il beduino disse: “O Muhammed (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui), dammi un po’ del denaro di Allah che possiedi.” Il Profeta si voltò verso di lui, rise e poi ordinò di fargli una donazione”. Approvato da Al-Bukhari e Muslim.

 

5- Muhammed (la pace e le benedizioni di Allah siano

su di  lui) come compagno

 

‘Aisha (che Allah ne sia compiaciuto) che Allah sia soddisfatto di lei riportò che il Profeta pace e benedizione su di lui disse: "Allah è Il Gentile ed ama la gentilezza in tutto". Approvato da Al-Bukhari e Muslim.

Ella riportò inoltre che il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: "Allah è gentile e ama la gentilezza; dà per la gentilezza ciò che non dà per la violenza e ciò che non dà per tutto il resto". Narrata da Muslim.

Abu Hureirah, che Allah sia soddisfatto di lui, riportò: "Un beduino orinò nella moschea, la gente andò verso di lui per redarguirlo. Allora il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse loro: "Lasciatelo! Versate un secchio d'acqua sulla sua urina, perché siete stati inviati come facilitatori, non come complicatori". Narrato da Al-Bukhari.

 

6- In testimonianza della modestia di Muhammed

(la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui)

 

Ayyad Ibn-Himar, che Allah sia soddisfatto di lui, riportò che il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: "Allah mi ha ispirato che si deve essere modesti, che non bisogna essere superbi con gli altri e che non si deve trattare gli altri con ingiustizia". Narrato da Muslim.

 

Al-Assuad Ibn Yazid riportò che ad ‘Aisha (che Allah ne sia compiaciuto) fu chiesto: “Che cosa faceva il Profeta in casa?” Lei rispose: “Era al servizio della propria famiglia, e quando arrivava il momento della preghiera usciva per compierla (andava alla moschea). Narrato da Al-Bukhari.

 

7- In testimonianza della gentilezza verso chiunque anche verso gli animali

Ibn ‘Umar, che Allah ne sia soddisfatto, raccontò di aver incontrato dei giovani Coreisciti, che avevano legato un uccello e gli stavano lanciando contro delle frecce, ed avevano promesso al proprietario dell'uccello di dargli tutte le frecce con cui non lo avevano beccato in pieno. Ma quando videro Ibn ‘Umar che si avvicinava, scapparono via. Ibn ‘Umar chiese: “Chi ha fatto questo? Allah maledica chi ha fatto questo!” Il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) maledice chi utilizza un essere vivente come bersaglio. Approvato da Al-Bukhari e Muslim.

 

Ibn Mas'ud, che Allah sia soddisfatto di lui, disse: “Eravamo con il Messaggero di Allah, pace e benedizione su di lui, in viaggio e egli andò a fare qualcosa. Abbiamo visto un uccello con due pulcini, così abbiamo preso i due pulcini. L'uccello ha iniziato a tremare e il Profeta, pace e benedizione su di lui, è venuto e ha chiesto: "Chi ha creato dolore a questo uccello, prendendo i suoi figli? Restituitegli i suoi figli!". Egli ha anche visto un formicaio che abbiamo bruciato e ha chiesto: "Chi ha bruciato questo formicaio?" Gli abbiamo risposto: “Noi”. Egli ha poi detto: "Nessuno deve torturare col fuoco, eccetto Dio che ha creato il fuoco". Narrato da Abu-Dawoud con una buona linea di narratori.

 

8- In testimonianza della misericordia di Muhammed

(la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui)

 

Abu-Qatada Al Harith Ibn Reb'ei, che Allah ne sia soddisfatto, riportò che il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: "Mi alzo per la preghiera con l'intenzione di prolungarla, ma quando sento un bambino piangere, la porto a termine presto, temendo che possa disturbare la madre (che è dietro di me in preghiera)". Narrato da Al-Bukhari.

Abu Sulaiman Malik Ibn Al-Huaireth, che Allah sia soddisfatto di lui, disse: “Abbiamo fatto visita al Messaggero di Allah quando eravamo giovani, e siamo rimasti con lui per 20 notti. Il Messaggero di Allah fu misericordioso e caro. Pensò che avessimo nostalgia delle nostre famiglie così ce ne chiese a riguardo. Ciascuno di noi gli rispose, poi il Profeta disse: "Tornate dalle vostre famiglie, rimanete con loro e insegnategli la religione, ordinategli di applicare tutti gli insegnamenti dell'Islam e di pregare ogni preghiera nel tempo prestabilito”. Il Profeta poi aggiunse: "Quando è il tempo della preghiera, uno di voi deve fare la adhan (chiamata alla preghiera) e il più anziano di voi dovrebbe fare l’imam (colui che conduce la preghiera)”. Hadith approvato da Al-Bukhari e Muslim.

In un’altra narrazione Al-Bukhari ha aggiunto che il Profeta disse: "Pregate come mi avete visto pregare!"

 

9- Muhammed (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) come asceta

 

Il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: "Il defunto viene seguito da tre cose: la sua famiglia, il suo denaro e le sue opera; due ritornano e una rimane: la sua famiglia ed il denaro ritornano e le sue opere rimangono". Hadith approvato da Al-Bukhari e Muslim.

Al-Mustawred Ibn Shaddad, che Allah sia soddisfatto di lui, riportò che il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: "Questa vita comparata alla vita dell'aldilà è come mettere un dito nel mare! Guardate che cosa resta!" Narrato da Muslim.  

Abu Abbas Sahal Ibn-Saad Al-Sa'edi, che Allah sia soddisfatto di lui, narra che un uomo andò dal Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) e gli chiese: “O Messaggero di Allah, consigliami un'opera, compiendo la quale io possa ottenere l'amore di Allah e della gente”. Egli rispose: “Rinuncia ai piaceri mondani, Allah ti amerà, e rinuncia alle proprietà della gente, la gente ti amerà”. Hadith autentico e narrato da Ibn Majah e altri con una buona linea di narratori.

Al-Nu'man Ibn-Bashir, che Allah sia soddisfatto di lui, riportò che ‘Umar Ibnul Khattab, che Allah sia soddisfatto di lui, riferendosi alle disgrazie che colpiscono la gente in vita, disse: "Ho visto il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) soffrire la fame per un giorno intero e non trovare neanche il peggiore dei datteri per riempire lo stomaco.” Narrato da Muslim.

Amr Ibn Al-Hareth, fratello di Juwayriah Bintul Harith, madre dei credenti, che Allah ne sia compiaciuto, disse: “Quando il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) morì, non lasciò un dinaro, né un diramo (prezzo denaro), né uno schiavo maschio o femmina, niente ad accezione del mulo bianco che montava, la sua arma e un pezzo di terra che lasciò come carità ai viandanti”. Narrato da Al-Bukhari.

Abdullah Ibn Al-Shikh'air, che Allah sia soddisfatto di lui, riportò: “Mi recai dal Profeta, pace e benedizioni di Allah su di lui, mentre stava recitando il passo del Corano che inizia con il verso: "Il rivaleggiare vi distrarrà". (tsc- Sura CII, At-Takâthur, Il Rivaleggiare, versetto 1) Quindi ha detto: "Al figlio di Adamo interessano i soldi! O figlio di Adamo, che cosa hai ottenuto con il denaro se non ciò che hai mangiato finché non è finito, ciò che hai indossato finchè non si è logorato, o ciò che hai elemosinato finchè non te ne sei andato? ". Narrato da Muslim.

‘Aisha (che Allah ne sia compiaciuto) disse: “La famiglia di Muhammed, pace e benedizioni su di lui, non si è mai cibata di pane d’orzo fino alla sazietà per due giorni consecutivi, fino alla morte [del Profeta]”. Hadith approvato da Al-Bukhari e Muslim.

E in un’altra narrazione: “La famiglia di Muhammed, pace e benedizioni su di lui, non si è saziata con grano per tre notti consecutive da quando arrivarono a Medina fino alla morte [del Profeta]”.

Urwa riportò che ‘Aisha (che Allah ne sia compiaciuto) diceva di solito: “O nipote mio (figlio di mia sorella), giuro su Allah che guardavamo la mezzaluna: tre mezzalune in due mesi e nelle case del Messagero di Allah, pace e benedizioni su di lui, non vi era il fuoco”. Le chiese: “O zia, così come vivevate?” Ella rispose: “Con i due neri: i datteri e l'acqua, ma il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) aveva vicini di casa da Al-Ansar (i cittadini di Medina) che avevano bestie e gli inviavano del latte e il Profeta, pace e benedizioni su di lui, ci offriva da bere”. Approvato da Al-Bukhari e Muslim.

10- Muhammed (la pace e le benedizioni di Allah

siano su di lui) nel congedarsi

 

‘Umar Ibnul Khattab, che Allah sia soddisfatto di lui, narrò: "Chiesi l'autorizzazione del Profeta, pace e benedizioni su di lui, per eseguire la umrah”. Egli me ne diede il permesso e disse: " O fratello mio, non dimanticarmi nelle tue invocazioni"

Egli (‘Umar Ibnul Khattab) disse: “Mi disse ciò che mi soddisfece come se avessi tenuto il mondo intero nelle mie mani.”

In un’altra narrazione lui (il Profeta) disse: " O fratello mio, ricordati di noi nelle tue invocazioni".

 

Abu-Sulaiman Malik Ibn Al-Ouaireth, che Allah ne sia compiaciuto, disse: “Rendemmo visita al Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) quando eravamo giovani, e rimanemmo presso lui per 20 notti. Il Messaggero di Allah (la  pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) si mostrò misericordioso e caro. Pensò che avessimo nostalgia delle nostre famiglie così ce ne chiese a riguardo. Ciascuno di noi gli rispose, poi il Profeta disse: "Fate ritorno dalle vostre famiglie, rimanete con loro e insegnategli la religione, ordinategli di applicare tutti gli insegnamenti dell'Islam e di pregare ogni preghiera nel tempo prestabilito”. Il Profeta poi aggiunse: "Quando sopraggiunge il tempo della preghiera, uno di voi deve fare la adhan (chiamata alla preghiera) e il più anziano di voi dovrebbe fare l’imam (colui che conduce la preghiera)”. Hadith approvato da Al-Bukhari e Muslim.

In un'altra narrazione Al-Bukhari ha aggiunto: "Pregate come mi avete visto pregare!"

11- Muhammed (la pace e le benedizioni di Allah

siano su di lui) il riconoscente

 

Osama Ibn Zaid, che Allah ne sia soddisfatto, narrò che il Messaggero di Allah disse: "Se qualcuno ha fatto un favore ad un altro e costui gli ha detto: "Che Allah ti ricompensi positivamente", Egli ha ricevuto così una buona lode. Hadith autentico narrato da At-Tirmidhi.

Sa'd Ibn Abi Waqqas, che Allah sia soddisfatto di lui, disse: "Ci recammo da La Mecca a Medina con il Messaggero di Allah (la  pace e le benedizioni di Allah siano su di lui). Quando giungemmo vicino ad Azwra', il Profeta, pace e benedizioni su di lui, scese dal suo cammello, sollevò le mani e supplicò Allah per un'ora, poi si prosternò per lungo tempo. Lo ripeté per tre volte e poi disse: "Ho pregato Allah per l'intercessione alla mia ummah, Egli mi ha dato un terzo di essa, così mi sono prosternato, ringraziandoLo. Poi ho sollevato la testa e l’ho pregato di nuovo per l'intercessione alla mia ummah, ed Egli mi ha dato un altro terzo di essa, così mi sono prosternato di nuovo, ringraziandoLo. Poi ho sollevato la testa e ho pregato per l'intercessione alla mia ummah. Egli mi ha dato il rimanente terzo, così mi sono prosternato, ringraziando Allah".

12- In testimonianza dell’equità di Muhammed

(la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui)

 

Abdullah Ibn Amr Ibnul-As, che Allah ne sia soddisfatto, riportò che il Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: “Gli equi saranno seduti su pulpiti di luce presso Allah: essi sono coloro che sono equi nei giudizi, per quanto riguarda le loro famiglie e in ogni responsabilità da loro assunta”. Narrato da Muslim.

Jabir Ibn Abdullah, che Allah sia soddisfatto di lui, riportò che il Messaggero di Allah (la  pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) disse: "Evitate l'ingiustizia, perché essa si trasforma in tenebre nel giorno della resurrezione ed evitate l’avarizia perché essa ha distrutto i vostri antenati, incitandoli a spargere sangue tra di loro e a trasgredire le regole". Riad As-Salihin, I giardini dei devoti, 204.

 

An-Nu'man Ibn Bashir, che Allah ne sia soddisfatto, raccontò che suo padre lo portò dal Messaggero di Allah (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) e gli disse: "Ho regalato uno schiavo a mio figlio". Il Messaggero di Allah gli chiese: "Hai fatto lo stesso regalo che hai fatto a lui a tutti gli altri figli?" Egli rispose: "No". Il Messaggero di Allah disse: "Allora riprendi indietro il tuo dono". Approvato da Al-Bukhari e Muslim.

 

 




                      Previous article                       Next article




Bookmark and Share


أضف تعليق

You need the following programs: الحجم : 2.26 ميجا الحجم : 19.8 ميجا