عربي English עברית Deutsch Italiano 中文 Español Français Русский Indonesia Português Nederlands हिन्दी 日本の
conoscere Allah Il Potente l'Altissimo
  
  

   

 

Il rivolgersi alla Qibla

 

Quando sta per compiere l’orazione, il musulmano deve rivolgere il corpo verso la qiblah, cioè la ka’ba, nel cuore deve avere la niyyah (intenzione) di compiere una determinata preghiera sia che sia obbligatoria o supererogatoria. L’intenzione ha sede nel cuore: non è lecito pronunciarla ad alta voce, anzi pronunciarla è una bidaa (eresia), visto che né il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah ta’ala siano su di lui) né i suoi compagni (che Allah sia soddisfatto di loro) la pronunciarono mai (la niyyah).  

 

Il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah ta’ala siano su di lui) prendeva una partizione davanti alla quale pregava sia da imàm che da solo. Rivolgersi alla qiblah è una delle condizioni della preghiera, salvo casi eccezionali, come è indicato nei libri dei sapienti in scienza islamica.


 




                      Next article




Bookmark and Share


أضف تعليق

You need the following programs: الحجم : 2.26 ميجا الحجم : 19.8 ميجا