Che cos'è la Sunnah? (parte 1 di 2): Una Rivelazione come il Corano

Cos’è la Sunnah? Una rivelazione come il Corano

La Sunnah, secondo gli studiosi in Scienza degli Ahadith, è tutto ciò che fu rivelato dal Messaggero di Allah, Mohammed (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui), i suoi detti, le sue azioni, le approvazione tacite, la sua personalità, la sua descrizione fisica, e la biografia. Non importa se le informazioni sono relative al tempo precedente l'inizio della sua missione profetica, o dopo di essa.

Spiegazione di questa definizione

I detti del Profeta(la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) includono tutto ciò che il Profeta disse, per vari motivi ed in diverse occasioni. Ad esempio, disse:

"In verità le azioni valgono secondo le intenzioni ed ogni persona avrà secondo il suo intento."

Le sue azioniincludono tutto ciò che il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) fece e di cui siamo a conoscenza grazie alla trasmissione da parte dei suoi Compagni. Questo include come compiva le abluzioni, le preghiere, ed il pellegrinaggio (Hajj).

Le approvazioni tacite del Profetaincludono tutto ciò che i suoi Compagni dissero o fecero verso cui egli palesò favore o biasimo. Tutto ciò che ha avuto la tacita approvazione del Profeta è ritenuto ammissibile.

Un esempio di questo è l'approvazione che è stata data ai compagni quando hanno usato il loro potere discrezionale nel decidere quando pregare durante la battaglia di Bani Quraydhah. Il Messaggero di Dio aveva detto loro:




"Nessuno di voi deve eseguire la preghiera del pomeriggio fino a quando non sarà arrivato a Bani Quraydhah."

I compagni non arrivarono a Bani Quraydhah tranne che dopo il tramonto. Alcuni di loro presero le parole del Profeta letteralmente e riinviarono la preghiera del pomeriggio, dicendo: "Non pregheremo fino a quando saremo arrivati." Altri intuirono che il Profeta aveva indicando loro che dovevano affrettare il viaggio, così si fermarono e pregarono la preghiera del pomeriggio in orario.

Il Profeta venne a conoscenza di ciò che i due gruppi avevano deciso a tale propposito, ma non criticò nessuno dei due.

Per quanto riguarda la personalità del Profetav(la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui), questo dovrebbe includere la seguente dichiarazione di Aishah (che Dio sia soddisfatto di lei):

"Il Messaggero di Dio non è mai stato indecente o volgare, né parlò ad alta voce al mercato. Non avrebbe mai insultato gli altri dopo essere stato insultato. Invece, fu tollerante e indulgente."

La descrizione fisica del Profeta(la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) si trova in dichiarazioni come quella riferita da Anas (che Dio sia soddisfatto di lui):

"Il Messaggero di Dio non era né troppo alto né era basso. Non era né bianco né nero eccessivamente. I suoi capelli erano né troppo ricci né lisci."

La relazione tra la Sunnah e la Rivelazione

La Sunnah è rivelazione di Dio al Suo Profeta. Dio dice nel Corano:

“Ricordate i benefici che Allah vi ha concesso e ciò che ha fatto scendere della Scrittura e della Saggezza [1], con i quali vi ammonisce."(Interpretazione del significato del Corano, Sura II, Al-Baqara, La Giovenca, v.231)

Con la Saggezza si intende la Sunnah. Il grande giurista Al-Shafi'i disse: "Dio menziona il Libro, che è il Corano. Ho sentito dire da persone che io considero autorità sul Corano che la Saggezza è la Sunnah del Messaggero di Dio". Dio dice:

Infatti, Dio ha conferito un grande favore ai credenti, quando inviò tra di loro un Messaggero, recitando a loro i Suoi segni e purificandoli e istruendo loro il Libro e la Sapienza.

È chiaro dai versi precedenti che Dio ha rivelato al Suo Profeta sia il Corano che la Sunnah, e che Egli ordinò di trasmettere entrambi alle persone. L'hadith profetico attesta anche il fatto che la Sunnah è rivelazione. Fu riferito da Mak'huul che il Messaggero di Dio disse:

"Dio mi ha dato il Corano e ciò che gli è simile alla Saggezza."

Al-Miqdam b. Ma'dii Karab riferisce che il Messaggero di Dio disse:

"Mi è stato dato il Libro e con esso qualcosa di simile a lui."

Hisan b. Atiyyah riferisce che Gabriele usava venire dal Profeta con la Sunnah, come usava venire da lui con il Corano.

Le opinioni del Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) non erano semplicemente i suoi pensieri o le sue deliberazioni su una questione: era ciò che Dio rivelò lui. In questo modo, il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) era diverso dalle altre persone. Egli fu sostenuto dalla Rivelazione. Se egli avesse dato il suo giudizio e fosse stato corretto, Dio lo avrebbe confermato, e se mai avesse commesso un errore nel suo giudizio, Dio lo avrebbe corretto e guidato alla verità.




Per questo motivo, si racconta che il Califfo Umar disse dal pulpito: "O gente! I pareri del Messaggero di Dio erano corretti solo perché Dio li rivelò a lui. Per quanto riguarda le nostre opinioni, non sono altro che pensieri e congetture."

La rivelazione che il Profeta ricevette era di due tipi:

  1. Rivelazione informativa: Dio lo avrebbe informato di qualcosa per mezzo della rivelazione in una forma o nell'altra, come indicato nel seguente versetto coranico:

“Non è dato all'uomo che Allah gli parli, se non per ispirazione o da dietro un velo, o inviando un Messaggero che gli riveli, con il Suo permesso, quel che Egli vuole [2]. Egli è Altissimo, Saggio.”(Interpretazione del significato del Corano, Sura XLII, Ash-Shûrâ, La Consultazione , v.51)

‘Aisha riferì che al-Harith b. Hisham chiese al Profeta come gli giunse la rivelazione , e il Profeta rispose:

"A volte, l'angelo viene da me come il fragore di una campana, e questo è il più difficile per me. Pesa su di me e memorizzo quello che dice. E a volte l'angelo viene a me nella forma di un uomo e mi parla e mi imprimo a memoria quello che dice."

‘Aisha disse:

"Lo vidi quando la rivelazione venne a lui in un giorno molto freddo. Quando tutto fu finito, la sua fronte era piena di sudore."

A volte, fu chiesto su qualcosa, ma rimase in silenzio fino a quando la rivelazione venne a lui. Ad esempio, i pagani della Mecca gli chiesero circa l'anima, ma il Profeta rimase in silenzio fino a che Dio rivelò:

“Ti interrogheranno a proposito dello Spirito. Rispondi: “Lo Spirito procede dall'ordine del mio Signore e non avete ricevuto che ben poca scienza [a riguardo].”(Interpretazione del significato del Corano, Sura XVII, Al Isrâ', Il Viaggio Notturno. v.85)

Fu anche chiesto al riguardo della divisione dell'eredità, ma lui non rispose finché Dio rivelò:

“Ecco quello che Allah vi ordina a proposito dei vostri figli […] Voi non sapete, se sono i vostri ascendenti o i vostri discendenti, ad esservi di maggior beneficio. Questo è il decreto di Allah. In verità Allah è Saggio, Sapiente.”(Interpretazione del significato del Corano, Sura IV,An-Nisâ', Le Donne, v.11)




  1. Rivelazione affermativa: il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) diede il proprio giudizio in una questione. Se la sua opinione fosse stata corretta, la rivelazione sarebbe venuta affermarmando la sua decisione, e se non fosse stata corretta, la rivelazione sarebbe venuta a correggerlo, proprio come qualsiasi altra rivelazione informativa. L'unica differenza è che la rivelazione è il risultato di un'azione che il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) eseguì.



In tali casi, il Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) ha adoperato il proprio potere discrezionale in una questione. Se avesse scelto ciò che era giusto, allora Dio avrebbe confermato la sua scelta attraverso la rivelazione. Se avesse scelto ciò che era sbagliato, Dio lo avrebbe corretto per proteggere l'integrità della fede. Dio non avrebbe mai permesso al Suo Messaggero di trasmettere una cosa errata, perché questo avrebbe potuto avere la conseguenza che i suoi seguaci avrebbero commesso errori. Ciò sarebbe in contrasto con il motivo per il quale i Messaggeri furono inviati e cioè affinché i popoli non avrebbero obiettato contro Dio di non essere stati informati. In questo modo, il Messaggero fu protetto dal commettere errori, perché se avesse mai commesso un errore, la rivelazione sarebbe venuta a correggerlo.

I compagni del Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) sapevano che l'approvazione tacita del Profeta era in realtà l'approvazione di Dio, perché se avessero mai fatto qualcosa contrario alle leggi islamiche durante la vita del Profeta, la Rivelazione sarebbe giunta al Profeta (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui) condannando quello che avevano fatto.

Jabir affermò: "Solevamo praticare il coito interrotto [3] indietro quando il Messaggero di Dio era ancora vivo." Sufyan, uno dei narratori di questo hadith, ha commentato: "Se fosse stato proibito qualcosa di simile a questo, il Corano lo avrebbe vietato."

============================================================

Note:

[1] Al-Hikmah, letteralmente la Saggezza, indica la Sunnah del Profeta Muhammed (la pace e le benedizioni di Allah siano su di lui), I modi legali stando alla Giurisprudenza Islamica. Fonte: tafsir di Ibn Kathir

[2] In questo versetto vengono indicati tre modi con cui Allah (gloria a Lui l'Altissimo) comunica con gli uomini che ha innalzato alla dignità di Suoi Profeti o Messaggeri. In primo luogo “l'ispirazione” che comunica direttamente allo spirito dell'uomo e alla sua mente senza altro fenomeno sensibile, poi “da dietro un velo” (la stessa espressione che abbiamo tradotto “da dietro una cortina”, cfr. XXXIII, 53) ed è ad esempio il caso della prima rivelazione di Allah a Mosè (vedi sura XXVII, 8; XXIX, 32) o “inviando un Messaggero”, cioè un Angelo, come avvenne per la rivelazione fatta scendere su Muhammad nella grotta di Hira e in molti altri casi (gli Angeli inviati ad Abramo e poi a Lot, ecc.) (Fonte: Corano.it)

[3] Coito interrotto: (in latino coitus, detto anche onanismo) è una pratica contraccettiva, che consiste nel tentativo di evitare il contatto diretto dello sperma con la vagina.

Fonte: IslamReligion.com



Previous article Next article