La Sunnah durante la 'Iqama (seconda chiamata alla preghiera che annuncia l'inizio della stessa)

La Sunnah durante la 'Iqama (seconda chiamata alla preghiera che annuncia l'inizio della stessa)


Secondo il parere giurisprudenziale del consiglio delle ricerche scientifiche e delle fatawa, il numero totale degli atti di sunnah [1] da compiere durante la 'iqama (seconda chiamata alla preghiera che annuncia l'inizio della stessa) è potenzialmente 20.


È raccomandato fare attenzione a questi punti durante l'ascolto dell'adhân (richiamo alla preghiera) e della’ 'iqama:

1. Rivolgersi verso la qibla (direzione della Mecca) durante l'adhân e la 'iqama.

2. Mettersi in piedi.

3. Essere in stato di purità durante l'adhân, nel momento dell'iqama, la purità è considerata esplicita a meno che non si voglia compiere l’abluzione nella speranza di compiacere ad Allah.

4. Che non si parli durante l'adhân e la 'iqama sopratutto durante quest'ultima e ovviamente durante la preghiera.

5. Tenersi ben diritti durante la'iqama.

6. Pronunciare bene il nome di Allah ripetendo l'invito alla preghiera.

7. La 'iqama è recitata rapidamente senza interruzioni.

8. Durante l’adhan si metta l’indice nelle orecchie.

9. Estendere ed alzare la voce durante l'adhân ed abbassare il tono durante la 'iqama.

10. Separare l'adhân dalla 'iqama. Esistono a tale proposito diverse opinion. Secondo alcuni studiosi la separazione tra adhan e ‘iqama, può essere affettuata compiendo due rak'at oppure una prosternazione, e poi tasbih da seduto o parlando. Quando ci si accinge alla preghiera del maghrib (preghiera del tramonto), basta solo riprendere fiato. Quanto alla preghiera del fajr (preghiera dell’alba) non è consigliato di parlare fra l'adhân e la 'iqama. Alcuni ulema (sapienti in Scienza Islamica) dicono che per distanziare l’adhan e la ‘iqama bastarebbe compiere unicamente un passo.

11. È raccomandato a colui che ascolta l'adhân e la 'iqama di ripetere ciò che sente eccetto la frase “qad aqâmat as-salât” (la preghiera comincia) e di dire “la hawla wa la qiwata illa billah” (non c'è forza né potenza che in Allah).

-----------------------------------------------------

[1] Tradizioni, detti ed azioni del Profeta (la pace e le benedizioni di Allah su di lui) estrapolate dalla sua vita


[2] Unità della preghiera

[3] Ricordo di Allah