Ritratto del profeta

Il profeta era alto più della media ma, curiosamente, negli assembramenti, appariva più grande di quelli che, nella realtà, erano più alti di lui.


Era quadrato a livello dei gomiti, con i capelli neri che leggermente ricciuti, gli ricadevano lungo i lobi degli orecchi, fino alle larghe spalle. Aveva il viso splendente e quando sudava sembrava ornato di perle.


Il Profeta era bianco di pelle, di un bianco grazioso, argenteo. Era di un fisico imponente: le spalle larghe, delle lunghe membra forti, un ventre e un petto in armonia. Aveva una folta barba nera, una fronte pronunciata, pupille larghe e nere, ciglia lunghe ed abbondanti e un naso leggermente aquilino e ben fatto.


Jaber Ibn Sumra- Allah sia soddisfatto di lui- riferisce che il Profeta aveva un viso"come il sole e la luna ed era rotondo", la bocca piena e gli occhi grandi; aveva le mani larghe e non era nè corpulento, nè scarno.


Anas Ibn Malek dice: "Non ho mai toccato una seta più delicata delle mani del Profeta, nè odorato un profumo di muscato migliore di quello che aveva." (Sahih di Bukhari e Sahih di Muslim.)

Ali, suo cugino- Allah sia soddisfatto di lui – dice: "Era l'ultimo dei Profeti, uomo dal cuore più generoso di tutti; aveva il migliore dei caratteri: era il più sincero e il più socievole. Chiunque lo vedesse, anche a caso, si alzava in segno di rispetto e chiunque gli tenesse compagnia e lo conoscesse, ne era affascinato." (Sahih di Bukhari.)

Previous article Next article