Le mogli del Profeta

Dopo il decesso della prima moglie Kadigia, - Allah sia soddisfatto di lei -, il Messaggero di Allah sposò ben undici altre donne, tutte divorziate o vedove di età avanzata, ad eccezione di Aiscia, che era vergine -Allah sia soddisfatto di lei-. Sei tra di esse erano della tribù di Quraisc, una moglie era ebrea, una serva copta, Maria, che gli era stata data in dono dal Muqawqs, re di Alessandria; Maria era la madre di Ibrahim suo figlio; e le altre, provenivano da altre diverse tribù arabe. Il profeta ebbe mogli così numerose per diversi motivi:

1- Motivi religiosi e legislativi :

É il caso del matrimonio con Zeinab, figlia di Giahsh. Nel periodo preislamico gli arabi vietavano il matrimonio di un uomo con l'ex-moglie di un suo figlio adottivo; non vedevano differenza tra il figlio adottivo e il figlio biologico. Il Messaggero di Allah sposò Zeinab al fine di abolire tale credenza e tradizione. Allah dice a questo riguardo: "[Ricorda] quando dicevi a colui che Allah aveva gradito e che tu stesso avevi favorito: “Tieni per te la tua sposa e temi Allah”, mentre nel tuo cuore tenevi celato quel che Allah avrebbe reso pubblico. Temevi gli uomini, mentre Allah ha più diritto ad essere temuto. Quando poi Zayd non ebbe più relazione con lei, te l'abbiamo data in sposa, cosicché non ci fosse più, per i credenti, alcun impedimento verso le spose dei figli adottivi, quando essi non abbiano più alcuna relazione con loro. L'ordine di Allah deve essere eseguito." (Il Corano 33: 37)


2- Motivi politici :

Alcuni matrimoni sono stati contrattati nello scopo di diffondere l'islam, conquistandogli cuori e simpatia presso le tribù. Il Profeta ha infatti preso moglie da ogni potente tribù di Quraisc e da ogni influente altra tribù tra quelle arabe. Consigliava ai suoi compagni di usare anche loro questa pratica. A titolo di esempio, disse a Abdul Rahman Ibn Awf mandandolo presso Dauma Al Giandal : "Se ti danno retta, sposa la figlia del loro re." [1]


Il Professor Cl. Cahan dice: "Con la nostra mentalità contemporanea, certi aspetti della sua vita potrebbero provocare in noi qualche stupore. Infatti al Messaggero di Allah è stato spesso rimproverato il forte gusto per i piaceri terrestri, specie in rapporto alle nove mogli che ebbe dopo il decesso di Khadigia -Allah sia soddisfatto di lei.- In verità, gran parte delle sue relazioni coniugali erano improntate alla politica e volte alla conquista dell'alleanza di alcune tribù ed di alcuni nobili." [2]


3- Motivi sociali:

Il Profeta aveva sposato alcune vedove dei suoi Compagni morti nel corso di battaglie o durante altre missioni di predicazione ed espansione dell'islam. Malgrado la gran differenza di età - lui era molto più giovane di loro – il Profeta le sposò alfine di onorarle ed onorare i loro defunti coniugi.


La famosa studiosa italiana Laura Veccia Vaglieri scrive nel suo libro "Difesa dell'islamismo"[3]: " Nella sua giovinezza, periodo durante il quale il desiderio carnale è all'apice, Muhammad prese una moglie sola, Khadigia- Allah sia soddisfatto di lei-. Ora, lui è vissuto in una società araba in cui il matrimonio in quanto base sociale era inesistente o quasi e in cui la poligamia era la regola e il divorzio facilissimo. D'altronde, molto più vecchia di lui, Khadigia è rimasta la sua unica donna per venticinque anni. Solo dopo la sua morte decise di prendere una seconda moglie, vuol dire dopo l'età di cinquant'anni.


Ognuno di questi matrimoni aveva un motivo sociale o politico. Quei diversi matrimoni miravano ad onorare donne pie o a creare rapporti con alcune tribù e fratrie nello scopo di diffondere presso di esse l'islam. Al di fuori di Aiscia, - Allah sia soddisfatto di lei- il Profeta non ha sposato nessuna donna vergine, giovane o bella.Perciò possiamo concluderne che era un ossessionato sessuale? Muhammad era un uomo e non un dio. É possibile che il desiderio di avere dei figli sia stato alla base di alcune di queste unioni, dato che i figli che ha avuto da Khadigia- Allah sia soddisfatto di lei- erano tutti morti.(tranne Fatima.)


Inoltre, senza disporre di molte risorse, egli si impegnò ad assumere il peso di una grande famiglia. Questo non gli aveva mai impedito di essere equo e giusto con tutte loro. Non faceva altro che seguire la tradizione dei Profeti che lo hanno preceduto- pace su tutti loro - come Mosè e tanti altri, di cui nessuno sembra trovare un inconveniente nella loro pratica della poligamia. Sarebbe forse perchè siamo a conoscenza praticamente di tutti i dettagli della sua vita mentre ignoriamo quasi tutto della vita dei suoi predecessori che la poligamia di Muhammad ci ponga un problema?"


Mentre il famoso studioso inglese Thomas Carlyle, dice riguardo al profeta:[4] "A dispetto di tutto quello che di lui si potrà dire, Muhammad non era un volgare uomo sensuale. Tenerlo per un concupiscente, che non cerca altro che soddisfare il suo piacere sessuale, sarebbe da parte nostra un errore grave. No! Quanta distanza lo separa dal piacere, qualunque sia!"


[1] Storia di Al –Tabari 2: 126

[2] Dal libro di Imed Eddine Khalil, citato sopra.p.126

[3] Dal libro citato sopra del dottor Imed Eddine Khalil.

[4] "Gli eroi e il culto degli eroi."

Previous article Next article