Cos’è l’Islam? (parte 1 di 4): L’essenza dell’Islam

Cos’è l’Islam? (parte 1 di 4): L’essenza dell’Islam    

 

Tra le benedizioni e i favori che Dio ha elargito all'umanità vi è quello di averli dotati di un’innata capacità di riconoscere e ammettere la Sua esistenza. Egli ha posto questa consapevolezza nel profondo dei loro cuori, come una disposizione naturale che non è cambiata da quando gli esseri umani sono stati creati. Inoltre, ha rafforzato questa naturale disposizione con i segni che ha messo nella creazione, che testimoniano la Sua esistenza. Tuttavia, per gli esseri umani è impossibile ottenere una dettagliata conoscenza di Dio se non attraverso le Sue rivelazioni, Dio mandò i Suoi Messaggeri ad informare la gente del loro Creatore che dovevano adorare. I Messaggeri resero noto come adorare Dio, tali dettagli non possono essere conosciuti, se non per mezzo della rivelazione.  Questi due principi fondamentali erano le cose più importanti che i Messaggeri di tutte le rivelazioni divine portarono con sé da Dio. Su questa base, tutte le rivelazioni divine hanno avuto gli stessi alti obiettivi, che sono:




1.    Affermare l'Unicità di Dio, l'Elogiato e il Glorificato Creatore - nella Sua essenza e i Suoi attributi.




2.    Affermare che solo Dio deve essere adorato e che nessun altro essere deve essere adorato insieme a Lui o al Suo posto.




3.    Salvaguardare il benessere umano ed opporsi alla corruzione e al male. Tutto ciò che salvaguarda la fede, la vita, la ragione, la ricchezza e la discendenza fa parte di questo benessere umano che la religione protegge. D'altra parte, tutto ciò che mette in pericolo questi cinque bisogni universali è una forma di corruzione a cui la religione si oppone e che proibisce.




4.    Invitare le persone al più alto livello di virtù, ai valori morali e alle buone usanze.


L'obiettivo finale di ogni messaggio divino è sempre stato lo stesso: quello di guidare il popolo di Dio, rendendolo consapevole di Lui, e di adorarLo. Ogni messaggio divino è venuto a rafforzare questa asserzione, e le seguenti parole sono state ripetute dalle lingue di tutti i Messaggeri: "Adorate Dio, non avete altro Dio all'infuori di Lui". Questo messaggio è stato trasmesso all'umanità dai Profeti e dai Messaggeri che Dio inviò ad ogni nazione. Tutti questi Messaggeri vennero con questo stesso messaggio, il messaggio dell'Islam.




Tutti i messaggi divini furono rivelati affinché gli individui potessero vivere in sottomissione volontaria a Dio. Per questo motivo, tutti condividono il nome di "Islam", o "sottomissione", che deriva dalla parola araba "Salam", o "pace". In questo senso, l'Islam è stata la religione di tutti i Profeti.

Allora perché esistono varie differenze nella religione di Dio se provengono tutte dalla stessa fonte? La risposta è duplice.



La prima ragione è che, con il passare del tempo, e per il fatto che le religioni precedenti non erano sotto la protezione divina di Dio, i culti sono stati sottoposti a molti cambiamenti e variazioni. Di conseguenza, vediamo che le verità fondamentali che sono state trasmesse da tutti i Messaggeri, sono distinte da una religione all’altra, la più evidente è il severo principio della fede e del culto di Dio esclusivamente.




Il secondo motivo di questa variazione è che Dio, nella Sua infinita sapienza e eterna volontà, decretò che tutte le missioni divine prima del messaggio finale dell'Islam proposto da Muhammad, che la misericordia e la benedizione di Dio siano su di lui, fossero limitate ad un’epoca specifica e ad un popolo specifico. Di conseguenza, le leggi e le metodologie erano esclusive e fini alle condizioni specifiche delle persone a cui erano state inviate.




L'umanità ha attraversato numerosi periodi di guida, di disguido, d'integrità, e di deviazione, a partire dai più primitivi ai vertici della civiltà. La guida divina ha accompagnato l'umanità attraverso tutto questo, fornendo sempre le soluzioni e i rimedi più appropriati.




Questa era l'essenza della disparità esistente tra le diverse religioni. Questo disaccordo non è mai andato al di là delle indicazioni della legge divina. Ogni manifestazione della legge affrontò i particolari problemi delle persone per la quale fu determinata. Tuttavia, i tratti di accordo sono stati molti e significativi, come nei fondamenti della fede, i principi fondamentali e gli obiettivi della legge divina, come tutelare la fede, la vita, la ragione, la propietà e il lignaggio e a stabilire la giustizia nel paese, e certamente anche divieti fondamentali, alcuni dei più importanti sono l'idolatria, la fornicazione, l'omicidio, il furto e la falsa testimonianza. Inoltre, hanno anche concordato virtù morali come l'onestà, la giustizia, la carità, la gentilezza, la castità e la misericordia. Questi principi e anche altri sono permanenti e durevoli, sono l'essenza di tutti i messaggi divini e legano l'uno con l'altro.



 

Previous article Next article