1. Articles
  2. Profeta nel ruolo di marito
  3. LA SESTA PROVA: il suo distacco dagli interessi e dalle tentazioni della vita mondana

LA SESTA PROVA: il suo distacco dagli interessi e dalle tentazioni della vita mondana

Auther : Muhammad As-Sayyd Muhammad
23 2024/05/13 2024/05/30

Torniamo di nuovo a domandare: se Muhammadﷺnon era un messaggero di Allah, l’Altissimo ed Eccelso, allora cosa sperava di ottenere attraverso il suo appello che gli costava ogni tipo di torture ed oppressioni, dagli insulti verbali ai maltrattamenti fisici?

Persino i suoi avversari affermavano che fosse sensibile, prudente e saggio; allora qual’era il suo proposito e cosa cercava di raggiungere? Voleva forse ottenere potere o ricchezza? Entrambi gli vennero offerti, prima dal suo Signore e poi dai non credenti tra i Quraysh, eppure preferì rimanere modesto, puro, ascetico e semplice. Gli increduli cercarono invano il compromesso con il profetaﷺ offrendogli tutto quello che voleva, a patto che smettesse di richiamare le persone alla sua religione. Ma questi poveretti non riuscivano a capire che tutto ciò che viene illuminato dal sole non vale nemmeno come l’ala di una zanzara rispetto alla sua missione profetica e infatti fallirono nei loro intenti.

Un giorno il profetaﷺ era seduto da solo in moschea e venne da lui Abu al-Walid, uno dei capi tra i non credenti dei Quraysh, per parlargli e fargli delle proposte, sperando che abbandonasse il suo richiamo all’Islam. Si presentava a lui con il consenso di tutti i Quraysh dopo che Hamza ibn Abi-Talib, cugino del profeta e figura di spicco nella società meccana, aveva abbracciato l’Islam e il numero dei compagni del messaggero di Allahﷺ era cresciuto di molto.

Abu al-Walid disse: “O cugino! Se ciò a cui aspiri con questa questione (cioè l’islam e l’invito ad esso) è l’abbondanza di ricchezze, raccimoleremo per te i nostri beni e ti renderemo il più ricco fra noi. Se desideri il potere, ti faremo nostro capo fino a non prendere alcuna decisione senza il tuo permesso. Se vuoi un regno, ti faremo nostro re”. Però il messaggero di Allahﷺ rifiutò tutto questo a favore della causa di cui si faceva portatore. Oltre ad offrirgli soldi, onore e terre gli offrirono anche di sposarsi con le loro donne migliori, però egli scelse la modestia, l’ascetismo, la sobrietà.

Tutto ciò ci da la certezza del fatto che il profetaﷺ non desiderava interessi mondani e non siamo di fronte soltanto a belle parole, ma alla pura realtà, dall’inizio della sua missione fino alla fine. Anche quando nemici ed avversari gli si arresero e riuscì a raccogliere grandissime ricchezze dai bottini di guerra, spendeva tutto per i poveri, gli orfani, i bisognosi, mentre lui dormiva su una stuoia che gli lasciava segni sul corpo. ‘Aisha, che Allah si compiaccia di lei, disse: “la famiglia 

di Muhammadﷺnon si saziò mai con pane d’orzo per due giorni consecutivi fino a che il messaggero di Allahﷺ non morì”.[1]

Ed è stato trasmesso da Abdullah ibn Mas’ud: “un giorno mi recai dal profetaﷺmentre era in una stanza che sembrava un pollaio e giaceva su una stuoia che gli aveva marcato i fianchi e mi misi a piangere” e mi chiese: “cosa ti fa piangere o Abdallah?” e dissi: “il re di Persia e l’Imperatore dei bizantini camminano su ogni tipo di seta mentre tu giaci su una stuoia che ti lascia segni sui fianchi!” il profetaﷺ disse: “Non piangere, Abdullah, perchè ad essi spetta questo mondo e a noi il prossimo; il mio legame con questa vita terrena è come l’esempio di un viaggiatore che si ferma all’ombra di un albero solo per poi riprendere il suo viaggio”.[2]

Ci sono molte tradizioni pofetiche che mostrano il suo contegno nel mangiare, nel vestire, aveva una casalimitata all’essenziale e uno stile di vita semplice.Non si lasciava trascinare dagli interessi terreni e insegnò alle sue mogli a fare lo stesso.

il recensore

  1.  Trasmesso da al-Bukhari e
  2.  Muslim trasmesso da at-Tabarani

Previous article Next article
Supporting Prophet Muhammad websiteIt's a beautiful day